Gio. Apr 25th, 2024

Oggi vediamo tre diversi modelli per le serrande di garage e box.

Basculante

La serranda basculante è probabilmente la più diffusa quando si tratta di garage e box auto. Si tratta di modelli particolarmente adattabili a ogni situazione ed anche economiche. Sono costituite semplicemente da un unico pannello in metallo che scorre lungo delle guide inclinandosi durante l’apertura. Sfruttano bene lo spazio disponibile poiché il sistema di apertura non comprende alcun meccanismo esterno di movimento. Una volta aperte queste serrande Roma si posizionano parallelamente al soffitto senza creare ingombro.

Tutte le operazioni di apertura o chiusura sono abbastanza semplificate per via dei contrappesi inseriti all’interno dei montanti che riducono la fatica soprattutto nel caso in cui la serranda non sia ancora stata motorizzata. È altresì un modello molto sicuro che impedisce ogni genere di intrusione. È possibile avere anche aperture e finestre da personalizzare a piacimento e secondo le singole esigenze.

Sezionali

Si parla invece di avvolgibili e serrande Roma sezionali quando sono realizzate con binari su cui scorrono diverse sezioni. Le varie parti che costituiscono la pannellatura spesso sono motorizzate. Il materiale utilizzato è metallico o misto plastica coibentato con soluzioni isolanti e fonoassorbenti aumentando così il grado di comfort dentro al garage che può essere utilizzato non solo per parcheggiare l’automobile ma anche per altri scopi.

L’estetica e il design di questi modelli sono particolarmente curati; sono anche soluzioni silenziose grazie ai binari incernierati tra di loro. Tuttavia, rispetto ai classici basculanti è necessario prevedere un ingombro fisso maggiore poiché occorre più spazio per le strutture dei binari sistemate sul soffitto. In conclusione, questo modello è più complesso e anche più costoso. Aumentano anche i guasti e gli inceppamenti poiché hanno dei meccanismi più complessi rispetto ai semplici basculanti.

Avvolgibili

Infine, esistono anche serrande Roma avvolgibili che spesso sono elettrificate. In sostanza, sfruttano lo stesso meccanismo delle tapparelle di casa. Il loro principale punto di forza riguarda il minore ingombro poiché occorre prevedere lo spazio solo della scatola dove la pannellatura si avvolge una volta che la serranda è aperta.

Sono soluzioni ottime per adattarsi anche a apertura dalla forma particolare e irregolare. Per realizzarle si utilizza sia legno che metallo.

Di Grey