Lun. Giu 24th, 2024

La manutenzione antincendio serve per garantire il corretto funzionamento di tutti i sistemi di antiincendio adottati in un luogo, provato o pubblico che sia. I presidi vanno controllati sia al momento dell’installazione sia nel corso del tempo per accertare la loro funzionalità. È la normativa uni 9994-1 a indicare quali sono le fasi di una corretta manutenzione antincendio.

Il controllo iniziale

La manutenzione impianti antincendio Padova prevede, anzitutto, un controllo iniziale durante il quale occorre fare una valutazione dei presidi antincendio presenti e valutare se sostituirli o meno perché ancora perfettamente funzionanti.

La fase di sorveglianza

Durante la fase di sorveglianza si deve verificare la corretta ubicazione dei dispositivi e la loro segnalazione. Ogni dispositivo deve arrecare un cartellino che indica entro quando svolgere la manutenzione perciò in questa fase, si appura che il termine non sia già decorso.

Il controllo periodico

Detto anche revisione scadenzata, il controllo periodico dei dispositivi antincendio va svolto da personale autorizzato e formato in materia antincendio. I controlli sono piuttosto tecnici e, ad esempio, su un estintore occorre verificare che il liquido non sia estinto, gli ugelli siano liberi e la pressione sia corretta.

La revisione programmata

Oltre ai controlli periodici, ogni tot anni in base al tipo di estintore (acqua, polvere, anidride carbonica), viene svolta una revisione programmata che prevede di sostituire l’estinguente e tutte le parti che possono essere soggette a normale usura legata al tempo che passa. Anche se non è mai stato usato, l’estintore deve passare attraverso queste sostituzioni essenziali da eseguire con prodotti certificati. Una volta terminato, l’estintore va rimesso in sede .

La manutenzione straordinaria

Si parla di manutenzione straordinaria per indicare delle operazioni di controllo che vengono svolte nel momento in cui si rilevino delle anomalie dei dispositivi adottati. Ad esempio, se l’estintore dovesse cadere, esser usato, manomesso e presentare discrepanze rilevate durante la fase di sorveglianza o dei controlli periodici, allora si procede con una revisione completa indicata come straordinaria perché non prevista dal normale calendario della manutenzione incendio. Oltre a questa differenza sulla tempistica, la manutenzione straordinaria è uguale a una revisione programmata.

Di Grey