Lun. Giu 24th, 2024

La mastoplastica additiva non è altro che uno degli interventi maggiormente richiesti e comuni in chirurgia plastica perciò vale la pena capire nel dettaglio di che cosa si tratta e anche come viene eseguita.

Mastoplastica additiva: che cos’è

Si parla di mastoplastica additiva per indicare quel particolare intervento chirurgico per aumentare il volume del seno. Invece, si tratta di mastoplastica riduttiva quando il volume del seno viene ridotto per motivi di salute tra cui un forte mal di schiena cronico legato al peso eccessivo del seno stesso che fa protendere in avanti il busto. Tornando però a quella additiva, lo scopo è ottenere una taglia di reggiseno maggiore affinché risulti più armoniosa con il resto delle forme del corpo tra cui altezza, peso, girovita e fianchi. Di solito, si va a ricercare oggi il risultato più naturale possibile evitando un seno esagerato. Per avere subito ulteriori dettagli, fai click su www.chirurgiaplastica-roma.it

Mastoplastica additiva: come si fa

Dopo aver inquadrato un attimino meglio la mastoplastica additiva, diventa naturale domandarsi come si procede. Di solito, il seno viene aumentato tramite l’introduzione di protesi realizzate in materiali diversi. Ultimamente, si utilizzano protesi in gel di silicone, che assicurano un risultato naturale sia alla vista che al tatto.

Per quanto riguarda la procedura in sé, le protesi possono essere inserite o dal Cavo ascellare o da sotto il seno. In ambo i casi, le piccolissime cicatrici vengono nascoste dalle naturali pieghe della pelle. Inoltre, ambedue le zone non sono particolarmente visibili anche senza vestiti.

Il chirurgo plastico dovrà anche decidere se inserire le protesi sopra o sotto il muscolo gran pettorale. Quando sono sopra, significa che il seno avrà un movimento più naturale e meno statico ma potrebbero Intravedersi i bordi della protesi stessa. Invece, quando la prostitute viene inserita sotto al muscolo, il seno risulta più statico e si muove poco risultando meno naturale. Tuttavia, i bordi della protesi sono ben celati.

Tutte queste scelte vengono valutate dalle chirurgo plastico che deve soppesare attentamente diversi fattori tra cui ovviamente il volume della protesi.

Di Grey